Gregor Ferretti

Portuale

   

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player


 

"La canzone e successivamente il video, sono tratti da un fatto realmente accaduto in presenza dell'autore che ha così deciso di raccontare e denunciare le precarie e pericolose condizioni di lavoro nei porti commerciali del nostro paese: scenari oggi ricordati dai media per gli incidenti sul lavoro, e per le cosiddette morti bianche . "premiato alla rassegna Premio Videoclip 2008

Gentile spettatore, gentile Amico,

ti troverai fra le mani queste poche righe prima o dopo aver visionato il mio Portuale.
Il videoclip Portuale (girato in alta definizione e tratto da un inedito musicale mio e di Benedetto Sironi), è il risultato dell'impegno di pochi amici animati da passione autentica (è questa che ha permesso di eludere le difficoltà date da un limitato budget e i limiti dell' autoproduzione).
La canzone e successivamente il video, sono tratti da un fatto realmente accaduto in mia presenza.
Ho così deciso di raccontare e denunciare le precarie e pericolose condizioni di lavoro nei porti commerciali del nostro paese: scenari oggi ricordati dai media per gli incidenti sul lavoro, e per le cosiddette morti bianche.

Pertanto:

Ti chiedo dunque di accogliere questo lavoro, come il frutto di un animo inquieto ed osservatore, come riflessione-indagine all'interno della realtà contemporanea sul valore della Vita nel nostro quotidiano iper-industrializzato, o solo come semplice risposta.
Risposta ad un bisogno profondo, ad una necessità innegabile, insostituibile, ad un valore assoluto in cui ancora, io credo: quello della parola.
La trattazione della parola sia essa poetica in verso libero o concatenazione metrica e tessera di una più ampia sintassi, o frase musicale, tessera musiva, o sceneggiatura, è per me qualcosa di importante, è verità, è sale della terra.
La mia vita è un problema di parole .
Così nasce il mio lavoro di autore, la poesia, così nasce la parola cinematografica . Affonda le radici nella vita e nell'arte popolare, è cosa per gli altri, di tutti e per tutti. E sacrificio e gioia, è il mio modo di venire ricordato e ascoltato, è il mio modo di durare; o forse è solo lo scellerato tentativo d'immortalità del pensiero sulla mia natura di uomo

Porto Fuori, 27/11/2008 In fede

Gregor Ferretti