-NEWS-

 
news 2008 news 2009
 
Premio a don Giuseppe Fiorillo

Inchiesta Operaia Piombino

Inaugurata a Suvereto via Caduti sul lavoro

 PIOMBINO. Una strada dedicata a chi perde la vita guadagnandosela onestamente. Da domenica, a Suvereto, c'è via Caduti sul lavoro.  E' stata inaugurata durante una giornata interamente dedicata ai temi del lavoro, della salute e della sicurezza.  E' stato l'invalido suveretano pià anziano, Sergio Baragatti, a togliere il tricolore dalla targa, alla presenza delle autorità civili, militari e religiose, della filarmonica Puccini e dei rappresentanti dell'Anmil e dell'associazione Ruggero Toffolutti.  La giornata è stata scandita dall'allestimento, nel chiostro di San Francesco, della mostra fotografica della Toffolutti «Non numeri ma persone» e dalla presentazione del libro "Morti bianche" di Samanta Di Persio. E' seguita la tavola rotonda condotta da Anita Battaglino, con l'assessore provinciale Ringo Anselmi, gli assessori suveretani Alessandro Teglia e Federica Nocenti, della dottoressa Beatrice Ferrante del dipartimento Prevenzione dell'Asl e di Valeria Parrini Toffolutti. Appena fuori dal chiostro, il materiale prodotto dagli studenti di Cecina sotto la guida di Eraldo Ridi.  Nel pomeriggio il programma è continuato con le emozionanti ed efficacissime coreografie intitolate «Con rabbia e con amore» di Soul of dance, diretto da Daniela Pardini, che si sono sviluppate in diversi angoli del centro storico.  Chiusura, con le declamazioni delle poesie e del canto estemporaneo di Benito Mastacchini, accompagnato dal gruppo dei cantori del maggio di Suvereto. «E' stata - commenta il vicesindaco Alessandro Teglia - una giornata dedicata, attraverso l'arte, la poesia, la musica, il teatro, la cultura, la partecipazione, al mondo del lavoro per richiamare l'attenzione sui temi della dignità, della sicurezza e della giustizia».
fonte: Il Tirreno 24 maggio 2011

 
SABATO 21 MAGGIO 2011
si conclude il laboratorio presso la Scuola media statale "G. Galilei e I.S.I.S "M.Polo" di Cecina 
"Occhio all'impresa"
finanziato dalla Regione Toscana con il partenariato dell'Associazione Nazionale per la sicurezza sul Lavoro Ruggero Toffolutti
 
Ho avuto la possibilità di partecipare a questa importante esperienza informativa, formativa e creativa.
Un bel bagaglio per me che da sempre faccio parte dell'Associazione Toffolutti alla quale sono legato affettivamente e politicamente.
Per questo ho il piacere di invitarvi all'evento finale, che vi allego, ringraziando la scuola, le insegnanti e soprattutto gli studenti.
Locandina
 

"UN TRENO CARICO DI STRESS"

IL RUOLO DEI LAVORATORI NELLA VALUTAZIONE DEL RISCHIO

UNA RICERCA "SUL CAMPO" PER MACCHINISTI E CAPITRENO
UN METODO PARTECIPATIVO A DISPOSIZIONE DI TUTTI

CONVEGNO

Firenze, 30 maggio 2011 – Educatorio di Fuligno, Via Faenza, 48
(300 m dalla stazione Fs di S.M.N)

 Locandina
 
ancora
 
IN MARCIA !
 
GIORNALE DI CULTURA, TECNICA E INFORMAZIONE POLITICO SINDACALE, DAL 1908
-----------------------------------------------------------------
 

PRATO,  Domenica 15 Maggio

 4a EDIZIONE

  626 RUN 2011“

    Una corsa per il lavoro sicuro

 Locandina
 

28 dicembre ore 17 univ la sapienza scienze politiche iniziativa per operaio
morto il 22 dicembre MOHAMMED BANNOUR


AVVISO COMUNICATO DAL COMITATO 5 APRILE - snodo romano della
RETE NAZIONALE SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO
IL 28 DICEMBRE DALLE 17
UNIVERSITA' DI ROMA LA SAPIENZA
PRESSO CANTIERE FACOLTA' DI SCIENZE POLITICHE
INIZIATIVA DEL COMITATO 5 APRILE
PER RICORDARE L'ENNESIMO MORTO SUL
LAVORO, IN UN CANTIERE DELL'UNIVERSITA' PIU' GRANDE
D'ITALIA...IN FASE DI RISTRUTTURAZIONE.

MOHAMMED BANNOUR, 35 ANNI TUNISINO, E' MORTO SUL
COLPO A CAUSA DEL RIBALTAMENTO DI UN MACCHINARIO CHE
LO HA SCHIACCIATO CONTRO UN MURO. LASCIA LA MOGLIE E
TRE FIGLI, UCCISO SUL LAVORO IL 22 DICEMBRE 2010, MENTRE
NELLA CITTA' DI ROMA SI ESPRIMEVA IL DISSENSO DI STUDENTI
E STUDENTESSE ALLA RIFORMA GELMINI.
SI INVITANO COLORO CHE HANNO INTERESSE A MANTENERE
VIVA L'ATTENZIONE SUL CASO SPECIFICO E SULLE STRAGI SUL
LAVORO, A PARTECIPARE A QUESTO APPUNTAMENTO.
SI STA ORGANIZZANDO UNA INIZIATIVA CON IL MOVIMENTO
STUDENTESCO PER IL 22 GENNAIO 2011, A UN MESE DALLA MORTE
DEL LAVORATORE, ANCHE PER AVERE RISCONTRI SUGLI ESITI DELL'INDAGINE
E PER SAPERE SE IN QUEL CANTIERE SONO STATE RISPETTATE TUTTE LE
NORME DI SICUREZZA E SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO.

organizza COMITATO 5 APRILE - snodo romano della RETE NAZIONALE
SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO bastamortesullavoro@gmail.com
mail per info con comitato 5 aprile Roma circolotlc@hotmail.com
 
Motivazione adesione manifestazione Fiom

Piombino 8 ottobre 2010

 

COMUNICATO STAMPA:

  "Sicurezza e Lavoro" a Pertosa (Salerno)
contro l'indifferenza per le morti sul lavoro

 Sabato 2 ottobre 2010 "Sicurezza e Lavoro" sarà presente a Pertosa (Salerno) al convegno "Lavoro nero, morti bianche. I colori dell'indifferenza", che si svolgerà presso i Musei Integrati dell'Ambiente (MIdA 1), in via Muraglione 18/20. Inizio lavori: ore 17.30.

 L'evento, dedicato alla memoria di Anna Maria Mercadante  e Giovanna Curcio, due lavoratrici morte sul lavoro, è promosso dal Comune di Pertosa, con il patrocinio della Fondazione MIdA.

 Interverranno l'ing. Rossano FESTA, direttore Direzione provinciale del Lavoro di Salerno, il dott. Carmine OLIVIERI, magistrato, e l'on. Antonio BOCCUZZI, ex operaio ThyssenKrupp di Torino. Moderatore dell'incontro: Enzo FAENZA, assessore alle Politiche del Lavoro del Comune di Pertosa.

 Per l'occasione verrà proiettato il filmato "Una città che cresce", prodotto da Massimiliano Quirico per la Doda Film, con Ottavia Piccolo (www.dodafilm.it).

 A tutti i partecipanti verranno distribuite gratuitamente copie di "Sicurezza e Lavoro", periodico a diffusione nazionale (cartaceo e on line) per la promozione della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro (archivio on line su www.sicurezzaelavoro.org/archivio.html).

 Al termine del dibattito, verrà consegnato il premio "Impresa etica", giunto quest'anno alla quinta edizione.

(Massimiliano Quirico)

Torino, 2 ottobre 2010

 

CONTATTI:
Massimiliano Quirico
direttore “Sicurezza e Lavoro”
tel. 339/412.61.61
e-mail: direttore@sicurezzaelavoro.org
sito web: www.sicurezzaelavoro.org

 

 

 

COMUNICATO STAMPA:

LETTERA APERTA AI MEDIA
DEI FAMILIARI DELLE 7 VITTIME THYSSENKRUPP

 Su richiesta dei familiari delle vittime del rogo alla ThyssenKrupp del 6 dicembre 2007, inoltriamo ai media la lettera aperta scritta dai parenti dei sette operai uccisi nell’incendio, per invitare cittadini e lavoratori a partecipare alle prossime decisive udienze del processo penale in corso a Torino.

Con preghiera di pubblicazione.

(Massimiliano Quirico - direttore “Sicurezza e Lavoro”)

  

LETTERA APERTA AI MEDIA

DEI FAMILIARI

DELLE 7 VITTIME THYSSENKRUPP

 

Siamo i familiari dei sette ragazzi della ThyssenKrupp di Torino che sono stati bruciati vivi il 6 dicembre di tre anni fa…

Le nostre vite si sono fermate quel giorno, come le loro…

Da allora a oggi, per più di 100 udienze, si è svolto il processo nei confronti dei responsabili di quelli morti. I cittadini e i lavoratori di tutta Italia, e di Torino in particolare, sono stati con noi.

Adesso, il processo si chiude e i giudici dovranno prendere la loro decisione.

E’ di nuovo ora!

Ora come all’inizio è importante che i cittadini e i lavoratori siano di nuovo presenti con noi, in aula e davanti al Tribunale.

E’ importante che i giudici non siano lasciati soli nel momento in cui dovranno decidere.

I GIORNI 5, 8 E 13 OTTOBRE RIEMPITE DI NUOVO CON NOI LA MAXI AULA 1 DEL TRIBUNALE DI TORINO

I conti non sono chiusi: spetta ai giudici stabilire che genere di pena meriti il comportamento degli imputati.

La sentenza dovrà riconoscere il valore della vita dei nostri ragazzi.

Torino, 2 ottobre 2010

FIRMATO: I FAMILIARI DELLE 7 VITTIME

 

Recapiti telefonici dei familiari delle vittime ThyssenKrupp:

340/09.03.117

349/82.03.456

340/48.22.658

347/69.11.328

 

 

 

CONTATTI:
Massimiliano Quirico
direttore “Sicurezza e Lavoro”
tel. 339/412.61.61
e-mail: direttore@sicurezzaelavoro.org
sito web: www.sicurezzaelavoro.org

 

Giovedì 16 Settembre, alle ore 15, ci sarà la
presentazione in Consiglio Regionale Toscano, del
libro "Se la colpa è di chi muore", scritto da giornalista Fabrizio Ricci.
Il libro parla della strage sul lavoro alla
Umbria Olii di Campello sul Clitunno, dove il 25
Novembre 2006 persero la vita 4 operai.

Scarica la locandina

 

CONCERTOPRIMOMAGGIO


LOCANDINA

 

 

PREMIOLEONCINI

II Edizione 2010

Concorso letterario nazionale dal titolo:

Lavoro e immigrazione:

i valori della legalità e della solidarietà

racconto, poesia e fumetto inediti

per informazioni:

www.ruggero-toffolutti.org/premioleoncini

Vedi la Locandina

 

 
 

 

 

Cosa succederebbe se i quattro milioni e mezzo di immigrati che vivono in Italia decidessero di incrociare le braccia per un giorno? E se a sostenere la loro azione ci fossero anche i milioni di italiani stanchi del razzismo?

Primo marzo 2010

 

si propone, in modo non violenta, di far capire all'opinione pubblica italiana quanto sia determinante l'apporto dei migranti alla tenuta e al funzionamento della nostra società.
Questo movimento nasce meticcio ed è orgoglioso di riunire al proprio interno italiani, stranieri, seconde generazioni e chiunque condivida il rifiuto del razzismo e delle discriminazioni verso i più deboli.

 

Si collega e si ispira “La journée sans immigrés: 24h sans nou”, il movimento che in Francia sta organizzando uno sciopero degli immigrati per il 1 marzo 2010.

 

Il colore di riferimento di Primo marzo 2010 è il giallo. Lo abbiamo scelto perché è considerato il colore del cambiamento e per la sua neutralità politica: il giallo non rimanda infatti ad alcuno schieramento in particolare.
Vi invitiamo, quindi, a usare un braccialettino o un nastrino giallo come riconoscimento.

 

A Piombino,  diciannove associazione , con il patrocinio del Comune, aderiscono ed appoggiano questa iniziativa  convinti, come si dice nel manifesto, che sia il razzismo a rendere più insicuri.
Si tratta di valorizzare il ruolo e la presenza migrante in Italia e la necessità di contrastare ogni forma di razzismo, estendere lo spazio dei diritti e  contrastare quello dello sfruttamento e delle mafie come ricordano i tragici fatti di Rosarno.

Difendere e promuovere i diritti dei migranti significa difendere e promuovere i diritti di tutti e di tutte.

 

“ITALIA. PROVA A FARE SENZA DI NOI…”

 


Dopo il successo  dell'allestimento di Torino in occasione dell'anniversario del rogo alla Thyssen, torna a Piombino la mostra dell'associazione Ruggero Toffolutti "Persone, non numeri".
 
La rassegna fotografica, che ritrae in grande formato una trentina di lavoratori uccisi da infortuni e malattie professionali in varie parti d'Italia, sarà esposta  al Centro congressi dell'hotel Phalesia
      martedì 23 e mercoledì 24 febbraio    
per il congresso provinciale della Fiom Cgil.
 
Prossime tappe Roma e Orvieto.

 


Convegno nazionale della

Rete per la sicurezza sul lavoro

a Ravenna 13 marzo 2010

precari da morire

Locandina