2012

La Nostra Partecipazione (leggi)..

 

 


Evento

www.facebook.com/events/155243867935413/

Comunicazione
Risultati del Premio

(verbale della segreteria)

 

Grazie a tutti gli autori, a tutte le autrici e alla giuria. E non tanto per dire.
Ricordiamo che la presentazione del calendario, la premiazione e la consegna di tutti gli attestati ci saranno lunedì 3 dicembre alle 15,30 in "sala consiliare a Piombino".

Al termine, a "palazzo Appiani", saranno inaugurate due mostre -
quella contenente un'opera, tra quelle ammesse, per ciascun autore, e quella sul lavoro portuale degli anni Cinquanta, curata dalla Compagnia dei lavoratori portuali.
Le mostre saranno visibili fino a domenica 9 dicembre.
Negli stessi giorni "palazzo Appiani", nel pomeriggio, ospiterà tre incontri
mercoledì 5 -
proiezione del film documento sulla tragedia senza colpevoli del Moby Prince, con il registra Francesco Sanna e Loris Rispoli, presidente del comitato dei familiari delle vittime.
giovedì 6 -
foto conferenza sulla storia e le battaglie del polo siderurgico piombinese, a cura di Paolo Meucci e Mauro Carrrara.
venerdì 7 -
presentazione del libro sulla vita dei minatori elbani "Polvere, polvere nera", con le autrici, Angela Galli e Jacqueline Magi, scrittrice e magistrato.

Ancora morte...Ancora sul Lavoro:
Ilva di Taranto, giovane operaio muore schiacciato
BASTA CON LE MORTI SUL LAVORO.

All'assemblea regionale Rls toscani, il prossimo allestimento della mostra fotografica "Persone, non numeri" dell'associazione nazionale Ruggero Toffolutti contro le morti sul lavoro.


Grazie a Michele Azzu che ha raccolto anche la nostra testimonianza
Già, quanto vale la loro vita?
E quanti colpevoli, seppure condannati, provano l'ebbrezza di un solo giorno in galera?
Quanti controllori chiudono gli occhi?
Quanti controllori che fanno il loro lavoro vengono ghettizzati?
Quanti sindacalisti tacciono o "piangono" solo dopo?
Quanti Sindacalisti (la maiuscola non è un caso) pagano il loro impegno mentre altri fanno carriera?
Quanti politici o rappresentanti delle istituzioni accorrono quando ci sono dai tre morti in un solo incidente in su e ignorano lo stillicidio quotidiano?
Quanti chilometri dovrebbero fare le alte cariche dello stato per l'ultimo saluto ai lavoratori che muoiono sul lavoro e non nelle cosiddette missioni di pace?
Quanti politici e quanti rappresentanti delle istituzioni esprimono cordoglio e contemporaneamente attivano leggi che smantellano quel poco di buono che c'è in fatto di sicurezza?
Quanti di loro fanno finta di ignorare che smantellare il mercato del lavoro e lo statuto del lavoratori significa accrescere la fragilità e la ricattabilita' delle persone e che questo ha un peso sulle condizioni di sicurezza?
Perche' i termini general generici di "Cultura della sicurezza"diventano troppo spesso un alibi per mascherare le responsabilità di chi detta le regole del gioco e o non fa niente per cambiarle?
Associazione nazionale Ruggero Toffolutti contro le morti sul lavoro

Vai alla pagina de L'ESPRESSO

 

la mostra "Persone non numeri" sarà ancora in Mugello. Presenteremo le immagini della nostra storia


Il volto di chi è morto per il lavoro

Ecco la versione iniziale della mostra "Non numeri, ma persone" dell'associazione nazionale RuggeroToffolutti contro le morti sul lavoro, inaugurata nel settembre 2009 a Piombino . Nel frattempo si sono aggiunte altre foto e abbiamo superato i 40 allestimenti.

http://iltirreno.gelocal.it/piombino/cronaca/2012/09/24/
news/non-numeri-ma-persone-nbsp-1.5747784?ref=search

 


Siamo onorati di allestire la mostra "Non numeri, ma Persone" in occasione della giornata organizzata a Scarperia dalle associazioni "Amici di Pietro" e Arzach per ricordare Pietro Mirabelli, ucciso in un infortunio in un cantiere Tav in Svizzera, e Gaetano Cervicato, Giovanni Mesiti e Rosario Caruso, uccisi nei cantieri della variante di valico di Barberino di Mugello.



SICUREZZA SUL LAVORO
 KNOW YOUR RIGHTS!

www.facebook.com/sicurezza.sullavoro.1

 

Nell'ambito del SUPERSOUND 2012
di Faenza (RA), si terrà sabato 29 settembre alle ore 17:30 presso il Rossini Art Cafè di Piazza del Popolo la presentazione in anteprima della compilation “KNOW YOUR RIGHTS”, progetto no-profit fortemente voluto dal network “SICUREZZA SUL LAVORO - KNOW YOUR RIGHTS!” che si occupa di diffondere a lavoratori e cittadini informazioni sulla salute e sulla sicurezza sul lavoro e sulla tutela dell’ambiente (notizie non diffuse o travisate dai media, aggiornamenti normativi, informazioni su manifestazioni e iniziative a sostegno della salute e della sicurezza dei lavoratori e dei cittadini) e di fornire consulenze e appoggio tecnico a organizzazioni sindacali e associazioni sinceramente impegnate nella battaglia per la tutela della salute e della sicurezza e a singoli lavoratori/cittadini.
La compilation, la cui uscita è prevista tra la fine di novembre e gli inizi di dicembre su etichetta One Step Records, raccoglie brani di quegli Artisti e di quelle band che hanno da sempre appoggiato la filosofia del progetto “KNOW YOUR RIGHTS”, contribuendo alla sua diffusione.
Una compilation dai toni duri e dal sound ska-punk-combat-rock, il cui ricavato delle vendite (sia in formato fisico che digitale) sarà devoluto all’Associazione Nazionale per la Sicurezza sul Lavoro “Ruggero Toffolutti” di Piombino (Li).

www.facebook.com/onesteprecords

Qui di seguito la lista pressoché definitiva dei partecipanti alla compilation (in rigoroso ordine alfabetico):

1. Back to Business
2. Banda Bassotti
3. DCP
4. FEV feat. Modena City Ramblers
5. FFD
6. Gang
7. Gavroche
8. Guacamaya
9. La Ghenga del Fil di Ferro
10. Latte+
11. Linea
12. Los Fastidios
13. Malavida
14. Mauri Clash & Max Perry
15. NH3
16. No Relax
17. Punkreas
18. Reazione
19. Redska
20. Ruja Karrera
21. Statuto feat. Gang


 

www.ruggero-toffolutti.org/premioleoncini
www.facebook.com/premioleoncini

 

La Giuria della IV edizione del PremioLeoncini
organizzato dall'associazione nazionale Ruggero Toffolutti

dal titolo

"
Si sta come d'autunno... Lavoro precario, vita precaria. C'è un futuro senza diritti?",

presieduta dal Direttore del quotidiano "Il Tirreno" Roberto Bernabò, ha stilato la classifica delle opere in concorso.
Con il patrocinio dei comuni di Piombino e Campiglia Marittina, dei Parchi della Val di Cornia spa e dell'Unicoop Tirreno,

la Segreteria del premio è lieta di comunicarvi i vincitori per l'anno 2012.

  Sezione racconti:

 1 – "Diario di un precario" di Alessandro Olla
 2 – "Il condominio di via Smith" di Irene Crespi
3 – "Alla fine questo treno arriverà" di Pasquale Menditto

 Sezione poesie:

 1 – "Non alle stelle" di Eleonora Cattafi
 2 – "Non senso" di Irene Coletta
 3 – "Voci che urlano in silenzio" di Angelica d'Attoli

  Sezione fumetti:

 1 – "Equilibrio precario" di Costanza Carrivale
 2 - "Aiutarsi" di Matteo lo Giudice, Alessandro Maccagno, Andrea Mastropietro, Simone Fiacco
 3 - "Risvegliatevi" di Catello Ferrigno e "Lavoro negato" di Lorenzo Martino

  Premio speciale “Miglior intreccio” al racconto "Il condominio di via Smith" di Irene Crespi

  

La cerimonia di premiazione si terrà sabato 22 Settembre 2012 a partire dalle ore 16,00 nel salone medievale del Castello di Piombino (in fondo a via del Popolo).

Sono invitati tutti gli Autori, gli amici e i familiari.

Durante la cerimonia di premiazione saranno distribuiti gli attestati a ciascun Autore e le antologie con le opere presentate al concorso.

  L'Antologia conterrà le opere di:

 Racconti: Alessandro Olla, Irene Crespi, Pasquale Menditto, Elena Ceccotti, Elisa Bertoncini, Riccardo Sozzi, Lorenzo Fiore, Matteo Rogante, Laura Lanzolla, Giuseppe Ialacqua, Claudia Aniballi, Claudia Piccolo, Stefania Tuveri, Ugo Carmelo Prota, Emiliana Cicatelli, Erika Sgambettera, Sara Calò, Alessandro Calabrò, Giada Dambrosio, Maha Hadiri, Paolino Piermario Inglesetti

 Poesie: Eleonora Cattafi, Irene Coletta, Angelica d’Attoli, Laura Libbi, Riccardo Sozzi, Maria Laura Moraci, Emma Bucco, Lorenzo Fiore, Maria Linda Tanese, Giacomo Marinsalta, Federico Catellani, Morena Vulpis, Giulia Guarini, Roberto Mercuri, Adelmo Giannetti, Monica Zelli, Elisabetta Zicarelli, Marco Tosato, Antonio Lucanto, Eugenia Cermioni, Umberto Palazzolo, Marianna Lupinetti, Francesco Rinaldi, Manuel Salvi, Francesco Frau

 Fumetti: Costanza Carrivale, Matteo lo Giudice, Alessandro Maccagno, Andrea Mastropietro, Simone Fiacco, Catello Ferrigno, Lorenzo Martino

 La Segreteria del PremioLeoncini 2012

 


Comunicato Stampa

www.facebook.com

www.newz.it/2012/08/16/zambrone-una-serata-nel-ricordo-
di-tutte-le-vittime-sul-lavoro/156528/

 


15° TORNEO VAN TOFF

Lunedì dalle 21 i primi incontri al campo di calcio a 5 Magonello

PIOMBINO Prende ufficialmente il via lunedì sera la programmazione gare del 15° ....

[LEGGI L'ARTICOLO]

Venerdì 27 luglio alle 21 in piazza Bovio - area antistante il ristorante La Rocchetta - premiazione della categoria under 16 della 15esima edizione del Van Toff: torneo di calcio a cinque dedicato a Ruggero Toffolutti, ucciso da un infortunio alla Magona di Piombino.
Alla consolle (si dice così?) Dj Carlino
Perchè col Van Toff la sensibilzzazione contro le morti sul lavoro è anche sport e festa.

Con Corrado Ottanelli; Carlo Panicucci; White-Hart Magonello;Comitato Uisp Piombino

Per le altre categorie (Over 16, under 13 e donne) premiazioni al Magonello in una serata successiva.


Ricordando Ruggero Toffolutti - Van Toff - ucciso sul lavoro a Piombino, Samb Modou e Diop Mor uccisi dal razzismo a Firenze

Ore 15 Esibizione di skate

Ore 16 Incontro su " L'Immigrazione la corsa ad ostacoli verso l'uguaglianza" con Pape Diaw (rappresentante comunità senegalese della Toscana), l'assessore regionale alle Politiche sociali Salvatore Allocca, l'assessore del Comune di Piombino, Anna Tempestini, il vicepresidente regionale Uisp Matteo Franconi, Diop Dijili, presidente Consulta immigrati Piombino.

ore 19 pausa ristoro

ore 20,30 proiezione del video "Profughi" di Stefano Fontana

ore 21 I nuovi cantori di Sala Consilina aprono il concerto della Marco Chiavistrelli Band. Ingresso libero.

Con l'associazione nazionale Ruggero Tottolutti contro le morti sul lavoro collaborano Uisp, Ex Aequo, Consulta Immigrati, Cantiere in movimento e Comune di Piombino.
 

 


Festa del Primo maggio nel parco archeominerario di San Silvestro a Campiglia M.ma (Li) realizzata per la quarta volta dall'Assoc. Nazionale Ruggero Toffolutti contro le morti sul lavoro.
Al mattino passeggiata all'ombra della Rocca organizzata da Uisp.
 

"Nel ricordo di
Ruggero Toffolutti,
ucciso dall'egoismo e dall'indifferenza alla Magona di Piombino
il 17 marzo 1998,
e di tutti gli eroi-non eroi come lui, morti per mandare avanti questo Paese"


Il 18 marzo nella Città dell'altra economia, a Roma, dibattito e proiezione del film documentario "Quando combattono gli elefanti" di Simone Amendola.
L'incontro è organizzato dall'associazione nazionale Ruggero Toffolutti contro le morti sul lavoro, ed è il nostro modo per ricordare il 14esimo anniversario della morte di Ruggero, ucciso dall'egoismo e dall'indifferenza alla Magona (oggi Arcelor Mittal)  di Piombino il 17 marzo 1998.
Il film ricostruisce la vicenda di Dante De Angelis e dei suoi colleghi delle Ferrovie, licenziati perché avevano denunciato gravissime lacune nella sicurezza. E con la nostra Alessandra lo abbiamo scelto per il sentimento di resistenza che sprigiona.
Quanti Ruggero, Luca, Andrea, Anthony, Giuseppe, sarebbero ancora vivi se avessero incontrato più coraggio in chi doveva difenderne la vita fino in fondo dalle stesse ragioni dell'economia per le quali si continuano a tagliare diritti e protezioni?


 

INVECE DI INTENSIFICARE I CONTROLLI SULLA SICUREZZA IL GOVERNO MONTI LI RIDUCE!

L’ARTICOLO 14 DEL DECRETO SEMPLIFICAZIONI E’ UNA VERGOGNA!  

   Il comma 4, sulla “concertazione” dei decreti attuativi eseguiti solo con il confronto delle associazioni imprenditoriali e non anche quelle dei lavoratori e dei consumatori ecc.

 


Dichiarazione congiunta
Stragi: per l’unità dei familiari

Per non dimenticare … Perché non accada più!
 
Viareggio. Oggi, 29 giugno, si è costituito il Coordinamento nazionale delle Associazioni e dei Comitati dei familiari delle vittime.
Il Coordinamento è apartitico, svolge la propria attività attraverso il volontariato, collabora ed esprime la solidarietà a quanti operano nell’ambito della tutela: - della sicurezza nei luoghi di lavoro, - delle vittime del lavoro, da lavoro e della salute pubblica, - delle vittime dei disastri industriali e ambientali, sviluppando anche iniziative di carattere vertenziale e legale volte al riconoscimento dei diritti dei cittadini, dei lavoratori e delle lavoratrici, ed al risarcimento del danno alla salute.
Una battaglia di civiltà che insieme possiamo condurre con risultati migliori, una battaglia di verità, giustizia e sicurezza per la collettività intera.
Con la Dichiarazione congiunta intendiamo affermare la necessità per una battaglia comune, nel rispetto dell’autonomia e delle specificità di ogni Associazione e di ogni Comitato. Lo stesso Coordinamento ha propria indipendenza e propria autonomia da qualsiasi realtà politica, partitica, sindacale, sociale, economica, culturale, ecc.
I firmatari della Dichiarazione svolgono una politica in difesa della sicurezza, della salute, dell’ambiente come beni e diritti inviolabili e irrinunciabili, ed una politica per la verità e la giustizia affinché disastri e stragi simili non rimangano impuniti, non siano dimenticati e non si ripetano più.
Rivendichiamo il fatto che simili stragi mai debbano essere prescritte, affinché nel rispetto delle vittime e dei loro familiari non si cancelli la ricerca della vera verità e l’affermazione di una giustizia giusta. Ogni persona onesta e sincera deve farsi carico di una legge che abroghi la prescrizione di questi reati anche perché il nostro dolore,
le nostre sofferenze, la nostra rabbia, il nostro desiderio di verità mai andranno in prescrizione. Oltre al fatto di rivendicare che la legge riconosca a pieno titolo le vittime da simili reati, per qualsiasi forma di tutela (economica, giuridica, psicologica, morale …).
Ai familiari delle vittime, ai cittadini, spetta il compito di: - ricordare e far sì che non si dimentichi; - continuare, come nostro impegno, a vigilare e denunciare, a sollecitare ed informare; - creare una catena di solidarietà e di sostegno che vada oltre la singola tragedia perché la comunicazione, l’esperienza, la collaborazione tra Associazioni e Comitati è la vera forza in grado di abbattere qualsiasi muro di gomma.
La sicurezza e la salute sono beni e diritti inviolabili, continuamente messi in discussione da aberranti logiche di mercato e da una disumana logica di profitto. Queste logiche debbono essere totalmente subordinate e subalterne al diritto alla vita ed alla salute. Le stragi in questi anni non sono avvenute per caso o per fatalità, ma sono figlie di simili logiche.
Le Associazioni e i Comitati firmatari dichiarano di assumere i seguenti impegni:
- istituire un organismo di consultazione periodico, composto dai rappresentanti di ogni Associazione e Comitato;
- sviluppare e mantenere stabilmente il dibattito, il confronto e lo scambio di informazioni attraverso gli strumenti della rete;
- assicurare reciproca solidarietà e sostegno nell’interesse comune del reciproco sviluppo;
- sviluppare un piano di lavoro attraverso iniziative comuni programmate e/o che possono manifestarsi in qualsiasi momento (legge per la salvaguardia giuridica, contro il “processo breve”, ecc.);
- promuovere una rete legale con avvocati e consulenti disponibili per la tutela legale e tecnica ogni qual volta se ne presenti la necessità;
- ogni Associazione e Comitato informa gli altri sulle proprie iniziative, promuovendole in comune quando vi sono le possibilità e la condivisione.

Viareggio, 29 giugno 2011

 


Momo (nella foto) e Detlef (l'autore dello scatto col cellulare) sono due giovanissimi allievi di SoulOf Dance, il centro coreografico di Piombino diretto da Daniela Pardini, grande amico e sostenitore dell'associazione nazionale Ruggero Toffolutti contro le morti sul lavoro. Passando davanti a questa scritta, si sono ricordati di noi . E lo hanno fatto con lo strumento comunicativo loro più congeniale. Momo, Detlef: la vostra foto ci ha emozionato più di una poesia. E' stato un regalo bellissimo. Grazie bimbi. E grazie a Soul f Dance che ci ha permesso di spargere tanti semini nel terreno dell'indifferenza.


Rapporto Annuale 2010 INAIL
con analisi dell’andamento infortunistico

PDF 1,5Mb
acrobat reader flash palyer flash palyer

WebMaster