Dall'intervento di Giusi Caggianese all'inaugurazione della mostra "Non Numeri, Ma Persone" nel Museo Archeologico d Potenza. Esattamente due anni fa, la morte del fratello Antonio.

"Vorrei in qualche modo rendere immortale mio fratello agli occhi di tutti. La sua scomparsa deve in qualche modo servire a sensibilizzare sul tema della sicurezza e deve essere la testimonianza che nessuno può ritenersi immune da queste tragedie. Ho chiesto quindi di inserire Antonio tra i soggetti della mostra e, insieme all'Associazione, abbiamo pensato che, allestire la mostra a Potenza, potesse essere un bel modo per ricordarlo, per far si che Antonio non resti solo un numero di una sterile statistica. Il volerlo ricordare pubblicamente vuole essere una richiesta intrinseca di verità e di giustizia. Sui contenuti della mostra non aggiungo altro perché, come avrete modo di vedere, saranno le foto stesse a parlare".

Ricordando Antonio, gli altri, le altre…